Cd- Player ON

Stanno girando come forsennati nei miei cdplayer le novità discografiche di:
Eddie Vedder: Into the Wild, per fortuna Eddie ci fa dimenticare le ultime produzioni non tanto felici dei Pearl Jam, regalandoci questo bel disco, che fà anche da colonna sonora al nuovo film come regista di Sean Penn.
Radiohead: In Rainbows, interessante e molto “ascoltabile” questa loro ultima produzione.
Bruce Springsteen: Magic, e come poteva mancare? Senza andare in disquisizioni, ma soffermandosi solo a un primo ascolto “a pelle” (che è poi quello che conta di più) il disco mi piace e non poco.
Della serie: i vecchi dischi che faccio venire a galla, ho ripescato il mai troppo conosciuto Calvin Russell. Le sue chitarre acide e a volte dolci di: Sounds From The Fourth World, mi danno sempre grandi emozioni.
Lo stesso vale per Billy Bragg, grande poesia nel suo: Workers Playtime. E’ il disco che amo di più, e che non può mancare ad un amante della sua musica e dei suoi testi.
Annunci

5 thoughts on “Cd- Player ON

  1. phoenix 16 ottobre 2007 alle 23:44

    Mi hai incuriosito con Calvin Russell e Billy Bragg.
    Li ho trovati su amazon ed ho ascoltato delle parti delle loro canzoni: per quel poco che ho ascoltato preferisco Russell e la migliore è Last Night.

    P.S.: su Google cercando Russell mi è uscito fuori solo “Sounds From The FOURTH World” e non FOWTH come hai scritto nel post. Credo che sia lo stesso disco…

  2. novalis 16 ottobre 2007 alle 23:44

    Errore di scrittura, hai ragione.

  3. fausto 17 ottobre 2007 alle 23:44

    a me incuriosisce l’ultimo dei radiohead proprio perchè mi parli di un disco “ascoltabile”…nn accadeva da tempo…ultimamente non riuscivo più a stargli dietro.
    ciao.

    fausto.

  4. Sacerdote Anal 19 ottobre 2007 alle 23:44

    Calvin Russell e Billy Bragg sono due artisti molto diversi.

    Russell è un avanzo di galera (letteralmente) texano trapiantato in Francia. A me personalmente i primi album non piacciono perchè sono al limite dell’hard rock, se non sbaglio. Mentre sono ottimi, per me, quelli tardi tra cui l’omonimo del ’97 (con uno straripante Chuck Prophet alla chitarra), il successivo Sam (dai toni molto intimisti e country) ed il bellissimo live Crossroads.

    Billy Bragg è inglese, impegnato politicamente ed autore di molti ottimi dischi che però io non possiedo. Di lui ho solamente quelli in accoppaita con i Wilco in cui musicano testi inediti di Woody Guthrie. Entrambi (Mermaid Avenue vol. 1 e 2) sono ottimi. Nel primo un bel cameo anche di Natalie Merchant.

    Novalis i tuoi gusti musicali mi fanno sballare: sono identici ai miei!

  5. Sacerdote Anal 19 ottobre 2007 alle 23:44

    In quanto ai Radiohead per me Amnesiac e Hail to the Thief sono stupendi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: