James Joyce

il sabato poesia: 1932

Da tenebra antica
un bimbo è nato:
di gioia e dolore
ho il cuore straziato.

Sereno in culla
giace il vivente.
Che amore e pietà
lo rendan vedente.

Sua giovane vita
è fiato su vetro:
un mondo non era,
già passa, sta dietro.

Un bimbo che dorme:
un vecchio è andato.
Perdona tuo figlio,
padre abbandonato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: