Ghiannis Ritsos (1909 – 1990)

il sabato poesia: Le cose elementari
In modo maldestro, con ago grosso, con
filo grosso,
si attacca i bottoni della giacca. Parla da
solo:
Hai mangiato il tuo pane? hai dormito
tranquillo?
hai potuto parlare? tendere la mano?
ti sei ricordato di guardare dalla finestra?
hai sorriso al bussare della porta?

Se la morte c’è sempre, è la seconda.
La libertà sempre è la prima.

5 thoughts on “Ghiannis Ritsos (1909 – 1990)

  1. gaz 29 novembre 2008 alle 23:44

    “La libertà è sempre la prima”
    … bellissima!

  2. Saamaya 29 novembre 2008 alle 23:44

    Libertà: non è un semplice accontentarsi, occorre mantenerla e conquistarla, giorno dopo giorno.

    buon week end, Novalis.

  3. filo 29 novembre 2008 alle 23:44

    Anche le cose più elementari hanno valore se siamo liberi nel compierle.

  4. Sere 17 dicembre 2008 alle 23:44

    queste parole , delle poesie di Ritsos, hanno un colore, un sapore e sembra di sentirle pronunciare, impensamente, l’una dopo l’altra…

  5. novalis 17 dicembre 2008 alle 23:44

    E’vero Sere. Grazie della visita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: