Archivio mensile:giugno 2010

Gottfried Wilhelm von Leibniz

agenda letteraria il luglio 1646 nasce a Lipsia il filosofo tedesco Gottfried Wilhelm von Leibniz

Dalla perfezione suprema di Dio

segue che egli, procreando

l’universo, ha scelto il miglior

piano possibile,
in cui vi è la più grande varietà
unita al più grande ordine…

(Principi della natura e della grazia)

Scopertine #18 (426 – 450)

426. Siouxsie & the Banshees – The Scream – 427. AC/DC – Highway to Hell – 428. Sister Sledge – We Are Family – 429. Crusaders – Street Life – 430. Germs – GI – 431. B52s – B52s (1st Album) – 432. Holger Czukay – Movies – 433. The Police – Reggatta de Blanc – 434. Fall – Live at the Witch Trials – 435. Talking Heads – Fear of Music436. Joy Division – Unknown Pleasures – 437. Chic – Risqué – 438. Undertones – Undertones (1st Album) – 439. Clash – London Calling – 440. Japan – Quiet Life – 441. Marianne Faithfull – Broken English – 442. Slits – Cut – 443. Elvis Costello – Armed Forces444. Neil Young – Rust Never Sleeps – 445. Gang of Four – Entertainment! – 446. Cheap Trick – At Budokan – 447. Fleetwood Mac – Tusk – 448. Pink Floyd – Wall, – the449. Public Image Ltd – Metal Box – 450. Michael Jackson – Off the Wall

Frammenti #24

Il sole è giovane ogni giorno.
Aristotele, Metereologia

Alcuni, tra cui Senofane, erano convinti che il sole si accendesse la mattina er si spegnesse la sera, più o meno come un lampione. Non credo, però, che Eraclito fosse della staessa opinione. Il suo frammento vuole solo ricordare che tutto cambia, anche il sole, ragione per cui è lecito affrointare la giornata con una certa dosent di ottimismo. Quello che non siamo riusciti a fare ieri, chissà che non riusciremo a farlo oggi. L.D.C.

Eve Arnold e l’icona Marilyn Monroe

Eve Arnold si racconta.
Sono nata povera, in America, da genitori immigrati russi. Ho cominciato a lavorare presto e, lavorando, dovevo provare me stessa. L’atmosfera a volte competitiva di Magnum è stata uno stimolo in più. In quanto donna, ero in una posizione privilegiata sebbene sentissi spesso, da parte di alcuni colleghi, quell’attitudine da benevola pacca sulla spalla e da “su, ragazzina”. Non c’è da meravigliarsi se ho dovuto cercare di essere brava almeno quanto gli uomini: il mondo era duro là fuori. La scommessa più grande era riuscire utilizzare il mio essere donna nel modo migliore – mi dava uno spessore unico, in un mondo tutto maschile.
I sessi pensano in modo differente, lavorano in modo differente, allora perché non essere me stessa? Questa è finita per essere la decisione più saggia che abbia mai preso.

Eravamo giovani e idealisti, e facevamo parte di una ‘confraternita’ piena di contenuti e competizione. Quando Werner Bischof e Bob Capa sono morti, nel 1954, ci siamo di colpo sentiti senza leader – meglio, ci siamo sentiti senza padre.
Avevo fame di risposte e il bisogno di conoscere mi ha portato a imparare la professione che mi avrebbe permesso di viaggiare nel mondo, di vedere molti paesi e molte culture, di valutare nel giusto modo quel che vedevo e di cercare di comprendere quel che vedevo e fotografavo secondo la mia esperienza.

Cosa mi ha guidato e portato avanti attraverso i decenni? Qual è stato l’impulso? Se dovessi usare un’unica parola, sarebbe “curiosità”.
La curiosità è stata una sfida costante.
La grande capacità della fotografia di essere imprevedibile mi ha sempre affascinato.
Le possibilità sono infinite. Le decisioni su cosa includere e cosa escludere, l’inquadratura, il lavorio nel cercare di cogliere il momento giusto, di guardare la luce muoversi su di un viso, il caleidoscopio di emozioni da cui poter scegliere – tutto così vario e intercambiabile.
Le domande della fotografia alla ricerca di risposte si intrecciano inevitabilmente con la vita delle persone.

La vita

1913 – nasce a Philadelphia, USA
1946 – lavora in uno stabilimento di ritocco fotografico
1948 – frequenta un corso di fotografia per sei settimane
1951 – diventa membro associato di magnum Photos e nel
1955 – membro effettivo

Luigi Pirandello

agenda letteraria il 28 giugno del 1867 nasce ad Agrigento Luigi Pirandello, Premio Nobel 1934

Oh, signora, lei sa bene
che la vita è piena
di infinite assurdità,
le quali sfacciatamente
non han neppure
bisogno di pareri
verosimili,
perché son vere.
(Sei personaggi in cerca d’autore)

Rock Notes di Giugno

E’ uscito l’atteso box di John Mellencamp, On The Rurali Router 7609: 4 CD, edizione de Luxe, libro di 72 pagine.

Retrospettiva sulla carriera del rocker, 1976-2009, con le canzoni scelte personalmente dallo stesso Mellencamp. Il box contiene 54 canzoni: ci sono i classici, molte versioni alternate, alcune demo versions e diversi inediti reali.
Uscirà invece ad agosto il nuovo album in studio, No Betterly Than This, con la produzione di T-Bone Burnett.

Neil Young sta registrando a Los Angeles il suo nuovo album con la produzione di Daniel Lanois. Le sessions sono iniziate attorno ai primi di maggio 2010 ed il probabile titolo è Twisted Road con ospiti come Bob Dylan e Robbie Robertson.

Intanto si parla del secondo volume di Archives, la cui uscita potrebbe avvenire entro fine anno. Il condizionale è d’obbligo.

E’ dal 2006 che i Los Lobos non pubblicano un disco con del materiale nuovo. Il 3 agosto prossimo la Shout Factory pubblicherà Tin Can Trust. Si tratta di un disco nuovo, mentre lo scorso anno la band ci aveva gratificato con un tributo alle canzoni di Disney. David Hidalgo e Louie Perez hanno scritto gran parte delle canzoni, ma c’è anche una cover molto interessante.


Il 22 giugno la Columbia Records ha pubblicato il DVD di Bruce Springsteen and The E Street Band London Calling: Live in Hyde Park, un concerto registrato a Londra all’Hard Rock Calling Festival il 28 giugno 2009 in HD, il film di 172 minuti documenta le 27 canzoni che Springsteen ha presentato nel concerto, che inizia con la luce del giorno e prosegue attraverso uno splendido tramonto sino a notte inoltrata.


Bob Dylan: Tesori nascosti. C’è nell’aria un nuovo Bootleg Series, ma non si conosce ancora il contenuto. Provando a indovinare potrebbe esserci: Le sessions coi Grateful Dead del 1987. La prima versione di Blondel on the Tracks. Le outtakes di Pat Garrett & Billy The Kid. Le sessions complete di Higway 61 Revisited e di Blonde on Blondel. Staremo a vedere.


[via – buscadero]

Hans Magnus Enzensberger

agenda letteraria Opzioni per un poeta

Con parole diverse
dire la stessa cosa,
sempre la stessa.
Sempre con le stesse parole
dire una cosa del tutto diversa
o la stessa in modo diverso.
Molte cose non dirle,
o dire molto
con parole che non dicono niente.
Oppure tacere in modo eloquente.

Bernard Berenson

agenda letteraria il 26 giugno del 1865 nasce a Vilnius (Lituania) lo storico, critico d’arte statunitense di origine lituana Bernard Berenson

Credo che un vero amore per
l’arte sia un dono, quanto il crearla…
Noi intellettuali spingiamo a remi,
con deboli braccia, una piccola
barca su un immenso oceano
che non ci conosce.

(Tramonto e crepuscolo)


Ammazzare il tempo, invece di
impiegarlo come la vera sostanza
della vita vissuta e non
semplicemente trascorsa,
è senz’altro il peccato
dei peccati.

(Echi e riflessioni)

Georges Courteline

agenda letteraria il 25 giugno del 1858 nasce a Tours il commediografo francese Georges Courteline (ps. di Georges Moineaux)

Il disprezzo del denaro è frequente,
soprattutto in coloro che non ne hanno.


E’ duro, senza dubbio, non essere più
amati quando si ama, ma
niente in confronto a essere
ancora amati quando non si ama più.

(La philosophie de Georges Courtline)

Cuba di Lorne Resnick

Lorne Resnick vive a Los Angeles ma è nato e cresciuto a Toronto, Canada, dove ha cominciato la sua carriera fotografando artisti del calibro di Bruce Springsteen e Madonna e altri musicisti negli innumerevoli concerti rock. Nel suo sito fotografico troviamo delle gallerie che trattano di viaggi, animali, paesaggi, modi di vivere, ritratti, divertimenti e campagne commerciali.
Fra tutte queste due risaltano per la loro bellezza.

La prima galleria, dove le foto sono principalmente a colori, è su Cuba. Il fotografo attraverso le immagini riesce a creare le atmosfere, la vitalità e le sue contraddizioni.

Nella seconda galleria sull’Africa Resnick, predilige la fauna, dove le foto in bianco e nero bene descrivono i paesaggi e i volti del popolo nero.

Resnick attualmente sta completando quello che molto probabilmente diventerà la usa “opera magna”, un libro completo su Cuba, la sua gente e la sua cultura. In quindici anni (e dal 1995 che frequenta l’isola) nelle sue visite ha scattato circa 20.000 immagini.

Ciao Alex

È morto Alex Badalic pioniere del web ma soprattutto amico di passione musicale.

http://www.youtube.com/v/TXAFAGOvYl4&color1=0xb1b1b1&color2=0xd0d0d0&hl=it_IT&feature=player_embedded&fs=1

Ciao Alex R.I.P.

Roky Erickson with Okkervil River – True Love Cast All Evil (2010)

Prosegue bene quest’annata musicale con Roky Erickson che insieme alla band texana degli Okkervil River pubblica “True Love Cast Out All Evil” disco che arriva dopo quindici anni da “All That May Do My Rhyme”.
Per la comprensione dell’uomo e del disco è utile tenere presente che la vita di Erickson è stata particolarmente segnata da una serie di vicissitudini.
La lista è lunga, Roky, infatti, ha avuto problemi con la giustizia e la droga nei tempi passati e con la schizofrenia in tempi recenti. Ora completamente ristabilito e grazie a certi contatti: Will Sheff e Andrew Savage, manager degli Okkervil River, è ritornato in auge con questo nuovo album.
Il disco è un’autobiografia in musica. Il male, la tristezza, la morte ma anche l’amore, la speranza la spiritualità sono i temi di cui parlano i testi delle sue canzoni. Dodici brani estremamente coraggiosi dove il nostro sessantatreenne cantautore mette a nudo tutta la sua vita. La sua voce intensa è profonda crea un’emozione senza pari. Il primo e l’ultimo brano del disco e non a caso, sono stati registrati durante la sua reclusione in manicomio. Nel mezzo le altre dieci canzoni, non tutte sono inedite ma sono state composte nella sua lunga carriera. Le sonorità, principalmente country e folk, sono armoniosamente costruite dagli Okkervil River i quali danno un tocco avvolgente ed incisivo.
E’ palpabile l’ottimismo che affiora in questo disco, un sentimento che ha sempre sostenuto Erickson durante la sua non certamente facile vita, fatta di orrore, incubi ed elettroshock. Lo si sente nelle ballate intense e cariche di sentimento. 4,5/5

José Saramago (1922 – 2010)

agenda letteraria da Poesie

SANCIO

Capace di paure, ma non dello stupore.
Ci vuol per lo stupore un’altra anima
Piu’ nuda e disarmata.
Ma questa mano rozza sparge il seme
Che il tuo padrone nutre, e senza il pane,
anche stupirsi e’ niente.

DON CHISCOTTE

Non vedo Dulcinee, Don Chisciotte,
ne’ giganti, ne’ sole, nulla esiste
del tuo sogno di folle.
Solo mulini, donne e Baratarie,
cose reali che Sancio ben conosce
e che per te sono poco.

DULCINEA

Chi tu sia non importa, non conosci
neppure il sogno che ti ha dato il volto :
cristallo vuoto e muto.
Del sangue di Chisciotte ti alimenti,
l’anima che in lui muore ti procura
la forza d’esser tutto.

SILENZI

Oggi non era giorno di parole,
con mire di poesie o di discorsi,
né c’era strada che fosse nostra.
A definirci bastava solo un atto,
e visto che a parole non mi salvo,
parla per me, silenzio, ch’io non posso.

Margherita Guidacci

agenda letteraria il 19 giugno 1992 muore a Roma Margherita Guidacci

Mentre guardavo alternamente
dalle due grandi finestre
affacciate sul passato e
sull’avvenire,
i ladri entrarono indisturbati
nella stanza e mi derubarono di tutto il presente.

(Linea Nuova, gennaio-aprile 1967)

Hallelujah – Leonard Cohen – deepsong #9

http://www.youtube.com/v/WJTiXoMCppw&hl=it_IT&fs=1&

Ora, ho saputo dell’esistenza di una melodia segreta
che Davide suonava e compiaceva il Signore
ma tu non ti interessi veramente di musica, non è vero?
Funziona così: la quarta, la quinta
la minore, aumentata, la maggiore diminuita.
Il re turbato compose un Hallelujah

Alleluia
Alleluia
Alleluia
Alleluia

La tua fede era forte ma avevi bisogno di una prova
avevi visto lei mentre faceva il bagno sulla terrazza
la sua bellezza e la luce della luna ti avevano sopraffatto
e lei ti ha legato ad una sedia della cucina
ha infranto il tuo trono ed ha tagliato i tuoi capelli
e dalle tue labbra ha tirato fuori l’Hallelujah

Alleluia
Alleluia

C’è stato un tempo nel quale mi hai lasciato capire
cosa accadeva veramente
ma ora non me lo mostri più, non è vero?
E mi ricordo quando mi muovevo dentro di te
e la sacra Colomba si muoveva anch’essa
e ogni nostro respiro (chiamava) un Alleluia

Alleluia
Alleluia

Forse sono già stato qui
conosco questa stanza, ho camminato su questo pavimento
vivevo qui prima di conoscerti
ho visto la tua bandiera sull’arco di trionfo
l’amore non è una marcia trionfale
è qualcosa di freddo ed è come un Alleluia che si spezza

Alleluia
Alleluia

Forse c’è un Dio sopra di noi
e tutto quello che ho imparato dall’amore
è come colpire qualcuno che ha sguainato (la spada contro) di te
Non è un pianto quello che ascolti la notte
non è qualcuno che ha visto la luce
è qualcosa di freddo ed è come un Alleluia che si spezza

Alleluia
Alleluia

Tu dici che ho preso il nome invano
io neanche lo conosco il mio nome
ma se anche (lo conoscessi), cosa cambierebbe per te?
C’è una vampata di luce
in ogni parola
non importa quale hai ascoltato
l’inno sacro o quello spezzato

Alleluia
Alleluia

Ho fatto del mio meglio, non era molto
non potevo sentire, così ho tentato di toccare (con mano)
ho detto la verità, non volevo ingannarti
e se nonostante questo
tutto andasse male
arriverò davanti al Signore della Musica
con nient’altro nella mia voce che (questo) Hallelujah

Alleluia
Alleluia