José Saramago (1922 – 2010)

agenda letteraria da Poesie

SANCIO

Capace di paure, ma non dello stupore.
Ci vuol per lo stupore un’altra anima
Piu’ nuda e disarmata.
Ma questa mano rozza sparge il seme
Che il tuo padrone nutre, e senza il pane,
anche stupirsi e’ niente.

DON CHISCOTTE

Non vedo Dulcinee, Don Chisciotte,
ne’ giganti, ne’ sole, nulla esiste
del tuo sogno di folle.
Solo mulini, donne e Baratarie,
cose reali che Sancio ben conosce
e che per te sono poco.

DULCINEA

Chi tu sia non importa, non conosci
neppure il sogno che ti ha dato il volto :
cristallo vuoto e muto.
Del sangue di Chisciotte ti alimenti,
l’anima che in lui muore ti procura
la forza d’esser tutto.

SILENZI

Oggi non era giorno di parole,
con mire di poesie o di discorsi,
né c’era strada che fosse nostra.
A definirci bastava solo un atto,
e visto che a parole non mi salvo,
parla per me, silenzio, ch’io non posso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: