Archivi categoria: agenda letteraria

Guglielmo Giannini

agenda letteraria Il 10 ottobre del 1960, muore a Roma Guglielmo Giannini, scrittore commediografo, regista e uomo politico

Questo è il giornale dell’uomo
qualunque, stufo di tutti,
il cui solo ardente desiderio
è che nessuno gli rompa più
le scatole.

(Editoriale per “L’uomo qualunque”, 27.12.1944)

Giovanni Giovannini

agenda letteraria L’8 ottobre del 2008, muore a Torino il giornalista ed editore Giovanni Giovannini

In questa notte di Natale 1944 i prigionieri di tutti i Paesi, ma anche
nascostamente qualche tedesco, siamo tutti più vicini nel piangere la
follia della guerra, nella speranza di ritrovarci presto insieme con
coloro che amiamo, quando tornerà a dissolversi la nebbia.

(Il quaderno nero)

André Schwarz-Bart

agenda letteraria il 30 settembre del 2006 muore a Pointe-à-Pitre André Schwarz-Bart

Si vorrebbe che mille anni
di storia ebrea non fossero
altro che la cronaca banale
delle vittime e dei loro carnefici.
Io desidero mostrare un
ebreo della vecchia razza,
disarmata e senza odio,
e che ciononostante sia un
uomo, veramente, secondo una
tradizione oggi pressoché estinta.

(L’ultimo dei giusti, Premio Goncourt 1959)

Erich Kästner

agenda letteraria il 29 settembre del 1974 muore a Monaco di Baviera Erich Kästner

L’intelligenza ognuno se la deve
conquistare. Soltanto la stupidità
si espande gratuitamente.

Sono un tedesco di Dresda in
Sassonia. Il mio paese non
mi lascia partire. Sono come
un albero che è nato in GErmania
e che, se necessario,
si seccherà in Germania.

(Risposte necessarie a questioni superflue)

Béla Bartòk

agenda letteraria il 26 settembre del 1945 muore a New York il compositore e musicista ungherese Béla Bartòk

Insegnare il pianoforte a giovani privi di talento che considerano
la musica come un mezzo di guadagno, non mi entusiasma
affatto. Ma noi siamo uno stato povero, che può contribuire
poco alla soluzione di compiti scientifici e artistici.
(Alla ricerca delle canzoni popolari, 1910)

Arthur Schopenhauer

agenda letteraria il 21 settembre del 1860 muore a Francoforte il filosofo tedesco Arthur Schopenhauer

Io so bene che mi sentirò ripetere che la mia filosofia è disperata,
ma solo perché io parlo secondo verità, e gli uomini vogliono
invece sentire le lodi di Dio che ha ordinato il tutto
secondo il meglio. Ma allora andate in chiesa e lasciate i filosofi in pace!
(Parerga e frammenti postumi)

Roberto Bracco

agenda letteraria il 19 settembre del 1861 nasce a Napoli Roberto Bracco

Ora che sono vedova, ora che
potrei essere tutta tua,
se non prendessi commiato
da te, dovrei sposarti. E allora?…
Noi guasteremmo una cosa
che è stata molto bella!
Colpevoli, noi eravamo felici.
Innocenti, noi saremmo come
due coniugi come ce ne sono
stati tanti. Il nostro amore
era così grande
che aveva bisogno della colpa.
(Il successore – Smorfie gaie)